ALTAI D'ORO – I Kazaki e la Caccia con l’Aquila dorata

Programma del viaggio

1° giorno: Ulaan Baatar - Arrivo all’aereoporto, dove si è accolti dalla nostra guida. Trasferimento e sistemazione in hotel/guest house. Visita al monastero lamaista di Gandan, il "luogo dello spirito". Visita al Museo di Storia Naturale in cui sono esposti gli scheletri fossili dei giganteschi dinosauri del Gobi. Preparativi e acquisti prima della partenza. Alla sera cena di benvenuto in un tipico locale cittadino.

2° giorno: Ulaan Baatar-Bayan Ulgii – Dopo colazione, trasferimento all’aereoporto. Volo MIAT fino alla città di Ulgii (4 ore). Trasferimento in struttura turistica locale. Visita all’Ufficio dell’Area Speciale Protetta di Altai Nuruu per l’acquisto dei biglietti di ingresso al parco. Visita all’Ufficio delle Guardie di Frontiera per ottenere il permesso per le zone di confine (è assolutamente necessario avere tutti il passaporto, mongoli compresi). Pernottamento in struttura turistica locale.

3° giorno: Bayan Ulgii–Parco nazionale dell’Altai Tavan Bogd (200 km) – Dotati di tuuti i permessi e biglietti necessari, partenza verso l’area del Parco nazionale. Lungo il pecorso visita all’area di interesse etnoantropologico di Tsagaan Sala/Baga Oigor, ricca di petroglifi preistorici. Ingresso nel Parco e pernottamento in campo autonomo (tenda) oppure ospiti nella ger di una famiglia nomade Kazaka.

4° giorno: Altai Tavan Bogd uul (17 km. circa) Accompagnati da una guida locale, proseguimento a cavallo o a dorso di cammello fino allla base del Tavan Bogd uul, costituito da cinque cime (Tavan Bogd = “Cinque Santi”), la più alta delle quali è il monte Khuiten, la cui vetta è situata al confine tra Mongolia, Cina e Russia. Pernottamento in campo autonomo (tenda) oppure ospiti nella ger di una famiglia nomade Kazaka.

5° giorno: Tavan Bogd uul – Escursione alle falde del Khuiten uul (m. 4374), fino al maestoso ghiacciaio Potanin, lungo 25 km. Rientro al campo base e pernottamento in campo autonomo (tenda) oppure ospiti nella ger di una famiglia nomade Kazaka.

6° giorno: Tavan Bogd uul – Giornata dedicata all’incontro di approfondimento con una famiglia nomade Kazaka e alla tradizionale caccia con l’Aquila dorata.

7° giorno: Tavan Bogd uul-Ulgii (200 km.)Ritorno a Ulgii. Visita al Museo dell’aimag e al mercato cittadino. Eventuale escursione nei dintorni della città. Pernottamento in struttura turistica locale.

8° giorno: Ulgii-Ulaanbaatar - Volo di rientro a Ulaanbaatar. Sistemazione in hotel / guest house. Visita al Museo-Monastero del Choijin Lama e se c’è tempo al Museo di arte Zanabazar. Serata libera.

9° giorno: Ulaanbaatar-Kharkhorin/Karakorum (380 km.) – Trasferimento a Kharkhorin, l’antica città imperale, fondata nel XIII secolo da Ogodei Khan, figlio di Genghis Khan, nel luogo in cui questi riuniva le sue truppe. Come capitale Kharkhorin ebbe però vita breve, perché quarant’anni dopo Khubilai Khan la trasferi a Pechino. Alla fine della dinastia Yuan la città venne poi rasa al suolo dagli invasori Manciù. Pernottamento in campo turistico.

10° giorno: Kharkhorin–Khujirt-valle dell’Orkhon (136 km. circa) – Al mattino, visita al grande monastero buddista di Erdene-Zuu, costruito alla fine del XVI° secolo sui ruderi di Kharkhorin e circondato da un centinaio di stupa. Subito dopo partenza verso la valle dell’Orkhon. Lungo il percorso, due kilometri prima di Khujirt, visita alle tombe di antichi guerrieri. Proseguimento fino alla cascata Orkhon Khukhree, sacra alla divinità femminile mongola Ulaan Tsutgalan. Pernottamento in campo autonomo (tenda) oppure ospiti nella ger di una famiglia nomade locale. 

11° giorno: Orkhon gol-Khogno Khan uul (230 km. circa) – Partenza per la riserva naturale del Khogno Khan. Lungo il tragitto sosta alle Mongol Els (dune di sabbia). Visita al monastero di Uvgun Khiid e alle monache buddiste Lama. Pernottamento in campo turistico.

12° giorno: Khogno Khan uul-Khustai nuruu (220 km. circa) – Partenza per il Parco nazionale del Khustai nuruu, riserva protetta dell’unico cavallo selvaggio ancora esistente al mondo: il Takhi della Mongolia, noto in occidente come cavallo di Przewalski. Takhi in mongolo significa “spirito” e la straordinaria antichità di questa razza originaria è testimoniata dagli affreschi paleolitici delle grotte di Lascaux, in Francia. Visita al parco, per incontrare i Takhi all’ora dell’abbeverata. Pernottamento in campo turistico.

13° giorno: Khustai nuruu-Ulaanbaatar (110 km. circa). Partenza per Ulaan Baatar, arrivo e sistemazione in albergo/guest house. Visita al suggestivo Museo Storico o Museo delle steppe, in cui sono esposte interessanti testimonianze archeologiche ed etnologiche sui nomadi altaici. Serata libera.

14° giorno: Ulaan Baatar - Visita al Palazzo d’inverno del Bogd Khan e al Museo della caccia. Tempo libero per gli acquisti. La sera cena di commiato in un tipico ristorante cittadino.

15° giorno: Trasferimento all’aereoporto e partenza per l’Italia.

 

NOTE

*        Prezzo tutto incluso:

                                      

          Il prezzo include:

1)   trasporti interni con furgone fuoristrada, autista, benzina e guida turistica in lingua francese, inglese o italiano;

2)   trattamento completo di vitto e alloggio, con pernottamenti in hotel nelle città e in comode

      ger turistiche o in tenda autonoma nel deserto e nella steppa;

3)   addetto ai pasti nei soli campi autonomi (tenda);

4)   servizio pasti in hotel, ristoranti, campi turistici, guanz (trattorie mongole) o gestiti dall’organizzazione secondo programma quotidiano;        

5)   ingresso ai  musei, monasteri e parchi nazionali previsti nel programma;

6)   trasferimenti da e per l'aeroporto;

7)   Supplemento a persona: 250 euro per la sistemazione in camera singola negli hotel; 300 euro in coppia o da soli nelle ger (solo per gruppi). Tale opzione è subordinata alla disponibilità o meno di posto nei campi turistici, per cui non può essere garantita ovunque.

8)   Supplemento per alimentazione vegetariana: 100 euro.

 

N.B.: la scelta di ristoranti e hotel nella capitale, nonché degli hotel locali e dei campi turistici spetta unicamente all'organizzazione. Per gli hotel ad Ulaanbaatar sono ovviamente disponibili scelte diverse, con supplemento di prezzo. Nella capitale la ns scelta dell'hotel (minimo ***) si basa sulla sua posizione centrale, per offrire più libertà di movimento in autonomia ed una maggiore sicurezza nelle ore serali e notturne.

 

Il prezzo non include: trasporti internazionali aerei o ferroviari per/da UB, assicurazione viaggio/bagaglio, visto e tasse aeroportuali, sovrappeso bagagli nei voli interni, bevande alcoliche, mance e spese personali;  tutto quanto non indicato alla voce "Il prezzo include".  

  ======================================================================

* A titolo di prenotazione e conferma del viaggio è necessario effettuare un anticipo del 20 % almeno tre mesi prima della partenza (bonifico bancario); saldo 60 giorni prima della partenza.

NB: In caso di rinuncia al tour entro il 15° giorno precedente la partenza dall’Italia, le somme versate a Mongoliadventure saranno interamente rimborsate. Oltre tale termine e fino al giorno della partenza compreso, a parziale rimborso del personale già prenotato e degli altri impegni, verrà trattenuta la somma corrispondente al 15% dell’intero costo del tour. Nulla sarà dovuto in caso di cancellazione parziale o totale del tour  dal giorno di arrivo a Ulaanbaatar in poi. 

* E’ responsabilità del viaggiatore premunirsi prima della partenza di adeguate polizze di assicurazione viaggio e di assicurazione sanitaria e infortuni, che prevedano la copertura delle spese in caso di eventuale rientro di emergenza, con e senza accompagnatoria medico-infermieristica.

 * L’organizzazione si riserva il diritto di apportare al sopraindicato programma tutte le modifiche necessarie a garantire la sicurezza e la buona riuscita del viaggio, tenuto conto delle condizioni variabili delle piste, dei guadi sui fiumi, dello stato dei ponti e delle condizioni sanitarie ed atmosferiche.  

N.B. Per i campi autonomi in tenda viene fornita tutta l’attrezzatura da campeggio, ad esclusione del sacco a pelo e del materassino.