PESCA TOUR - Programma del viaggio

 

1° giorno: Ulaan Baatar - Arrivo all’aereoporto, dove si è accolti dalla nostra guida. Trasferimento e sistemazione in hotel/guest house. Visita al Museo di Storia Naturale in cui sono esposti gli scheletri fossili dei giganteschi dinosauri del Gobi. Visita al monastero lamaista di Gandan, "luogo dello spirito". Ultimi acquisti prima del viaggio. Alla sera cena di benvenuto in un tipico ristorante cittadino.

2° giorno: Ulaan Baatar–Binder (400 km. circa) – Dopo colazione partenza verso Binder e il campo turistico “Chingisiin Toonot”. Pranzo in "guanz" lungo il percorso, presso una delle tipiche trattorie mongole. Cena e pernottamento al campo turistico.

3°- 4° giorno: Binder (50 km. A/R) – Due giornate di pesca nella valle dei fiumi Onon e Barkh. Pranzo al sacco. Colazione, cena e pernottamenti al campo turistico.

-7° giorno: Binder-Dadal-Balj gol - Partenza verso nord-est fino a Dadal (125 km) e al campo di pesca ad est del fiume Balj. Prima della partenza colazione al campo turistico. Lungo il tragitto visita a Deluun Boldog, presunto luogo di nascita di Chinggis Khaan e alla sorgente sacra Khajuu Bulag. Ingresso nel Parco nazionale Onon-Balj. Trasferimento alla confluenza tra Balj gol e Onon gol, dove le acque sono ricche di pesci, tra i quali gli enormi Taimen, un salmonide che può raggiungere un metro e mezzo di lunghezza. Colazione e Pranzo al sacco al campo di pesca. Escursioni nei dintorni. Attività di pesca, passeggiate ed escursioni a cavallo nella steppa e nella foresta. Cene e Pernottamenti in campo turistico. 

8° giorno: Balj gol-Dadal-Binder (135 km. circa) – Ritorno a Binder. Visita al colle di Deligun Boldag, probabilmente il vero luogo di nascita di Temujin. Escursione panoramica al Uvgun Sansar ovoo. Visita al sito di Bor Bulag, ritenuto il sepolcro dei mille guerrieri sacrificati dopo le esequie dell’imperatore, per garantire il segreto sulla sua tomba. Ritorno al campo turistico “Chingisiin Toonot” di Binder. Pranzo, cena e pernottamento al campo turistico.

9°-10° giorno: Binder-Ulaanbaatar - Partenza verso Ulaanbaatar (400 km.). Tappa intermedia nella steppa, con cena e pernottamento in campo turistico. Pranzo in "guanz" lungo il percorso, presso una delle tipiche trattorie mongole. Proseguimento e arrivo in città. Sistemazione in hotel in centro città. Serata libera.

11° giorno: Ulaanbaatar - Visita al suggestivo Museo Storico, dedicato alle civiltà delle steppe. Visita al Palazzo d’inverno del Bogd Khan. Shopping e tempo libero. Alla sera cena di commiato in un tipico ristorante cittadino.

12° giorno: Accompagnamento all’aereoporto e partenza per l’Italia

 

 

 

 

NOTE       

 

*     Prezzo tutto incluso:

 

Il prezzo include:

1)   trasporti interni con fuoristrada, autista, benzina e guida turistica in lingua italiana, francese o inglese; 

2)   trattamento completo di vitto e alloggio, con pernottamenti in hotel nelle città e in comode ger turistiche o in tenda autonoma nel deserto e nella steppa;

3)   addetto ai pasti nei soli campi autonomi (tenda);

4)   servizio pasti in hotel, ristoranti, campi turistici, guanz (trattorie mongole) o gestiti dall’organizzazione secondo programma quotidiano;      

5)   ingresso ai  musei, monasteri e parchi nazionali previsti nel programma;

6)   trasferimenti da e per l'aeroporto;

7)   Supplemento a persona: 150 euro per la sistemazione in camera singola negli hotel; 300 euro in coppia o da soli nelle ger (solo per gruppi). Tale opzione è subordinata alla disponibilità o meno di posto nei campi turistici, per cui non può essere garantita ovunque.

8)   Supplemento per alimentazione vegetariana: 100 euro.

9)   Permessi di ingresso nel Parco nazionale Onon-Balj.

10)   Permessi di pesca.

 

N.B.: la scelta di ristoranti e hotel nella capitale, nonché degli hotel locali e dei campi turistici spetta unicamente all'organizzazione. Per gli hotel ad Ulaanbaatar sono ovviamente disponibili scelte diverse, con supplemento di prezzo. Nella capitale la ns scelta dell'hotel (minimo ***) si basa sulla sua posizione centrale, per offrire più libertà di movimento in autonomia ed una maggiore sicurezza nelle ore serali e notturne.

 

        Il prezzo non include: trasporti internazionali aerei o ferroviari per/da UB, assicurazione viaggio/bagaglio, visto e tasse aeroportuali, bevande alcoliche, mance e spese personali, costi e tasse relativi all’eventuale esportazione del pescato; tutto quanto non indicato alla voce "Il prezzo include".  

 

* A titolo di prenotazione e conferma del viaggio è necessario effettuare un anticipo del 20 % almeno tre mesi prima della partenza (bonifico bancario); saldo 60 giorni prima della partenza.

 

NB: In caso di rinuncia al tour entro il 15° giorno precedente la partenza dall’Italia, le somme versate a Mongoliadventure saranno interamente rimborsate. Oltre tale termine e fino al giorno della partenza compreso, a parziale rimborso del personale già prenotato e degli altri impegni, verrà trattenuta la somma corrispondente al 15% dell’intero costo del tour. Nulla sarà dovuto in caso di cancellazione parziale o totale del tour  dal giorno di arrivo a Ulaanbaatar in poi. 

 

* E’ responsabilità del viaggiatore premunirsi prima della partenza di adeguate polizze di assicurazione viaggio e di assicurazione sanitaria e infortuni, che prevedano la copertura delle spese in caso di eventuale rientro di emergenza, con e senza accompagnatoria medico-infermieristica.  

 

* L’organizzazione si riserva il diritto di apportare al sopraindicato programma tutte le modifiche necessarie a garantire la sicurezza e la buona riuscita del viaggio, tenuto conto delle condizioni variabili delle piste, dei guadi sui fiumi, dello stato dei ponti e delle condizioni sanitarie ed atmosferiche.

 

N.B. Per i campi autonomi in tenda viene fornita tutta l’attrezzatura da campeggio, ad esclusione del sacco a pelo e del materassino.

 

 

 

** Attrezzatura e modalità di pesca
L'attrezzatura ideale dovrebbe essere composta da più canne: due leggere per coda 5/6 adatte alla  pesca di trote e temoli e due pesanti per coda 8/9/10 per la pesca dei Taimen. Attenzione perché può capitare di agganciare Taimen anche pescando leggero e la faccenda può essere abbastanza complessa. E’ perciò consigliabile montare un finale non inferiore a 0.33 che, pur non essendo di alcun disturbo per temoli e trote, permette catture ben superiori. Come ho già accennato poco sopra il diametro dei finali non riveste grande importanza: per la mosca secca va benone uno 0.28-0.35, mentre per la pesca al Taimen si dovrà stare su calibri dello 0.40-0.60.

Per ciò che riguarda le mosche da utilizzare il discorso è semplice e allo stesso tempo complesso. Qualsiasi cosa che galleggia o rassomiglia a una possibile preda va bene per pescare. Vista la grande quantità di pastura naturale, ottime le cavallette di ogni tipo e colore, purché grandi. Il discorso è un po’ più complicato per la pesca al Taimen, in quanto si effettua solitamente con imitazioni di topolino fatte pattinare in superficie. Le difficoltà incontrate nel lanciare esche voluminose (montate su ami 2/0) e di scarsa galleggiabilità, oltre alla necessità di montare ami affilatissimi e molto robusti e resistenti, ripagheranno abbondantemente ogni pescatore.

Si consiglia di montare un topolino di pelo di cervo rasato non direttamente sull’amo ma su uno spezzone di monofilo dello 0.60, con due asole agli apici, in modo da poter infilare il corpo su un nuovo amo, fissando l'asola di testa con il nodo del finale direttamente sull'occhiello.