STEPPA E DESERTI - NEW

Programma del viaggio

1° giorno: Ulaanbaatar - Arrivo all’aereoporto, dove si è accolti dalla nostra guida. Trasferimento e sistemazione in Hotel centrale (lo storico Ulaanbaatar Hotel o il Corporate/Bayangol Hotel). Visita al monastero lamaista di Gandan, "luogo dello spirito". Visita al Museo di Storia Naturale in cui sono esposti gli scheletri fossili dei giganteschi dinosauri del Gobi. Incontro con autista e guida-interprete. Cena di benvenuto in un ottimo ristorante del centro (Silk Road o Veranda).

2° giorno: Ulaanbaatar–Baga Gazriin Chuluu (240 km circa)Partenza verso sud e il deserto del Gobi (Dundgobi). Arrivo a Baga Gazriin Chuluu, suggestiva formazione rocciosa dove hanno vissuto in passato due monaci molto venerati, perciò meta di pellegrinaggi da parte della gente del posto. Lungo la strada si possono avvistare branchi di gazzelle, gruppi di cammelli e rari accampamenti di nomadi. Cena e pernottamento in campo turistico.   

3° giorno: Baga Gazriin Chuluu-Tsagaan Suvraga (210 km circa)Attraverso le immense distese desertiche del Dundgobi (Gobi di mezzo) si raggiunge l’affascinante paesaggio rupestre di Tsagaan Suvraga. La valle è costituita da una profonda fenditura del terreno da est verso ovest, con la steppa sul fondo della valle. Quivi si trovano numerosi fossili di origine marina, che testimoniano come un tempo questa zona fosse sommersa dal mare. Da lontano, i dirupi calcarei e i canyon di Tsagaan Suvraga somigliano alle rovine di un’antica città, dai colori cangianti. L’area è ricca di dipinti rupestri, petroglifi e antiche iscrizioni. Cena e pernottamento in campo turistico.

4° giorno: Tsagaan Suvraga-Yoliin Am (180 km circa) - Partenza verso i monti Gurvan Saikhan (tre catene montuose denominate le “tre bellezze”) e la valle di Yoliin Am, la “valle delle aquile”, habitat di numerose specie selvatiche. Escursione alla valle di Yol, la “valle delle aquile”. Visita al piccolo ma interessante Museo etnografico. Per chi vuole l’escursione nella valle può essere fatta a cavallo o a dorso di cammello. Cena e pernottamento in campo turistico (Julchin Gobi I).  

5° giorno: Yoliin Am-Khongoryn Els (200 km. circa) – Attraverso il fondo dell’antico mare si raggiungono le grandi dune di sabbia di Khongoryn Els, note come “duut mankhan”, le dune che cantano. Le dune raggiungono i 300 metri di altezza e si perdono per 180 km. oltre l’orizzonte. Visita a una famiglia nomade ed escursione a dorso di cammello. Cena e pernottamento in campo turistico (Julchin Gobi II).     

6° giorno: Khongoriin Els-Bayanzag (200 km. circa) - Attraverso immense distese, proseguimento verso l’antica valle di Bayanzag. L’area è famosa per gli importanti ritrovamenti paleontologici. Escursione alle cosiddette “rupi fiammeggianti” (per il colore al tramonto), dove nel secolo scorso l’avventuriero americano Roy Chapman Andrews ritrovò i primi scheletri e uova fossili di dinosauri del periodo cretaceo. Cena e pernottamento in campo turistico.

7° giorno: Bayanzag-Ongiin Khiid (160 km. circa) - Partenza verso il monastero distrutto di Ongiin Khiid. Visita, cena e pernottamento in campo turistico.

8°-9° giorno: Ongiin Khiid-Orkhon gol (240 km. circa) - Partenza per la valle dell’Orkhon. Lungo il percorso, subito dopo Khujirt, breve visita alla necropoli di antichi principi guerrieri dell’età del bronzo. Nei pressi del villaggio di Batulzii sosta presso le tombe contrassegnate da stele, le cosiddette “pietre cervo” (deer stone, mongolo bugan chuluu). Arrivo ed escursione alla cascata dell’Orkhon, sacra all’antica divinità femminile Ulaan Tsutgalan, dove ogni primavera si riunivano le tribù nomadi per offrire coppe d’argento alla dea, gettandole in acqua. Escursione al monastero montano di Tuvchuun Khiid, dove visse il famoso Lama Zanabazar. Escursione a cavallo nella valle. Cene e pernottamenti in campo turistico.

10° giorno: Orkhon gol-Karakorum (140 km circa) - Partenza verso Karakorum (“anello nero”), l’antica capitale imperiale fondata da Gengis Khan; poi distrutta dagli invasori Manciù. Arrivo a Kharkhorin. Prima di entrare in città, visita alla singolare scultura boovon khad (roccia fallica). Visita al grande monastero buddista di Erdene-Zuu, circondato da un centinaio di stupa. Il monastero fu costruito alla fine del XVI° secolo sui ruderi di Karakorum. Passeggiata fuori le mura fino alla grande tartaruga di pietra, una delle quattro che delimitavano un tempo il perimetro della capitale gengiskhanide. Visita al Museo degli scavi, dove si possono ammirare i reperti archeologici portati alla luce dalla missione tedesca. Cena e pernottamento in campo turistico (DreamLand).   

11° giorno: Karakorum-Khustai nuruu (270 km. circa) – Partenza verso la Riserva protetta del Khustai nuruu, habitat dell’unico cavallo selvaggio ancora esistente al mondo: il Takhi della Mongolia, più noto come cavallo di Przewalski. Takhi in mongolo significa “spirito” e la straordinaria antichità di questa razza originaria è testimoniata dagli affreschi paleolitici delle grotte di Lascaux, in Francia. Ingresso nella Riserva ed osservazione dei cavalli selvaggi all’ora dell’abbeverata. Cena e pernottamento in campo turistico.

12°-13° giorno: Khustai nuruu-Parco nazionale del Terelj (260 km. circa A/R)Partenza su strada asfaltata verso est, oltre la capitale. Ingresso nel Parco nazionale del fiume Terelj. Visita alla famosa roccia a forma di tartaruga. Escursione al tempio montano di Gunjiin Sum “santuario della Principessa”. Pranzo in ristorante. Prosecuzione e visita al mausoleo-museo del Chinggisiin Khuree. Il tardo pomeriggio della seconda giornata rientro nella capitale. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

14° giorno: Ulaanbaatar - Visita al suggestivo Museo Storico, in cui sono esposte interessanti testimonianze archeologiche ed etnologiche sulle civiltà Altaico-Siberiane e i primi Imperi delle steppe (Xiongnù-Hunnu, Turchi, Mongoli). Visita al Monastero-museo del Choijin Lama, in cui si possono ammirare le antiche maschere della danza Tsam e le raffigurazioni degli Inferni di ghiaccio e di fuoco. Visita allo spaccio della Gobi Cashmere, produttrice del più rinomato e costoso cashmere al mondo. Spettacolo folkloristico Tumen Enkh, con musiche, danze e canti melodici, canto di gola Hoomii, contorsionismo e danza Tsam, simbolizzante le diverse divinità del buddismo lamaista (ore 18-19). Alla sera cena dell’arrivederci in un tipico ristorante cittadino (Koreano, giapponese o indiano a scelta).  

15° giorno: Ulaanbaatar: Trasferimento all’aereoporto e partenza per l’Italia.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

        

NOTE

 

*        Prezzo tutto incluso:

                                                    

   

Il prezzo include:

1)   trasporti interni con fuoristrada, autista, benzina e guida turistica in lingua italiana, francese o inglese;

2)   trattamento completo di vitto e alloggio, con pernottamenti in hotel nelle città e in comode ger turistiche o in campo autonomo (tenda) nella steppa;

3)    addetto ai pasti nei soli campi autonomi (tenda).

4)   servizio pasti in hotel, ristoranti, campi turistici, guanz (trattorie mongole) o gestiti dall’organizzazione secondo programma quotidiano;      

5)   ingresso ai  musei, monasteri e parchi nazionali previsti nel programma;

6)   trasferimenti da e per l'aeroporto;

7)   Supplemento a persona: 250 euro per la sistemazione in camera singola negli hotel; 500 euro in coppia o da soli nelle ger (solo per gruppi). Tale opzione è subordinata alla disponibilità o meno di posto nei campi turistici, per cui non può essere garantita ovunque.

8)   Supplemento per alimentazione vegetariana: 100 euro.

 

N.B.: la scelta di ristoranti e hotel nella capitale, nonché degli hotel locali e dei campi turistici spetta unicamente all'organizzazione. Per gli hotel ad Ulaanbaatar sono ovviamente disponibili scelte diverse, con supplemento di prezzo. Nella capitale la ns scelta dell'hotel (minimo ***) si basa sulla sua posizione centrale, per offrire più libertà di movimento in autonomia ed una maggiore sicurezza nelle ore serali e notturne.

 

          Il prezzo non include: trasporti internazionali aerei o ferroviari per/da UB, assicurazione viaggio/bagaglio, visto e tasse aeroportuali, bevande alcoliche, mance e spese personali; tutto quanto non indicato alla voce "Il prezzo include".  .

 

* A titolo di prenotazione e conferma del viaggio è necessario effettuare un anticipo del 20 % almeno tre mesi prima della partenza (bonifico bancario); saldo 60 giorni prima della partenza .

 

NB: In caso di rinuncia al tour entro il 15° giorno precedente la partenza dall’Italia, le somme versate a Mongoliadventure saranno interamente rimborsate. Oltre tale termine e fino al giorno della partenza compreso, a parziale rimborso del personale già prenotato e degli altri impegni, verrà trattenuta la somma corrispondente al 15% dell’intero costo del tour. Nulla sarà dovuto in caso di cancellazione parziale o totale del tour  dal giorno di arrivo a Ulaanbaatar in poi. 

 

* E’ responsabilità del viaggiatore premunirsi prima della partenza di adeguate polizze di assicurazione viaggio e di assicurazione sanitaria e infortuni, che prevedano la copertura delle spese in caso di eventuale rientro di emergenza, con e senza accompagnatoria medico-infermieristica.

 

* L’organizzazione si riserva il diritto di apportare al sopraindicato programma tutte le modifiche necessarie a garantire la sicurezza e la buona riuscita del viaggio, tenuto conto delle condizioni variabili delle piste, dei guadi sui fiumi, dello stato dei ponti e delle condizioni sanitarie ed atmosferiche.

 

N.B. Per i campi autonomi in tenda o in caso di pernottamenti di emergenza viene fornita tutta l’attrezzatura da campeggio, ad esclusione del sacco a pelo personale.