STEPPE SELVAGGE - Programma del viaggio

 

1° giorno: Ulaan Baatar - Arrivo all’aereoporto / stazione dei treni, dove si è accolti dalla nostra guida. Trasferimento e sistemazione in Hotel 3*** in centro città. Prima colazione all'Amsterdam cafè. Visita al monastero lamaista di Gandan, "luogo dello spirito". Visita al Museo di Storia Naturale in cui sono esposti gli scheletri fossili dei giganteschi dinosauri del Gobi. Tempo libero per gli eventuali acquisti necessari al viaggio. Serata libera. BL

2° giorno: Ulaan Baatar–Amarbayasgalant (360 km. circa) – Partenza verso il monastero più bello della Mongolia, eretto per ordine dell’imperatore Manciù in memoria del grande lama buddista mongolo Zanazabar. Il monastero è di fatto un capolavoro architettonico, noto non soltanto per la sua bellezza, ma anche perché costruito completamente in legno ad incastro, senza l'uso di chiodi. Pare che il monastero sia sfuggito alle distruzioni ordinate dal governo comunista per merito dell'astuzia delle guide mongole, che per anni hanno depistato le squadre comuniste. Pranzo in "guanz" lungo il percorso, presso una delle tipiche trattorie mongole. Cena e Pernottamento in campo turistico. BLD   

3°- 4° giorno: Amarbayasgalant-Murun (470 km. circa) – Al mattino visita al monastero e partenza verso Murun, attraverso steppe immense e montagne incantate nel Khangai e la provincia di Bulgan, ricca di foreste. Tappa intermedia nell'area del vulcano spento Uran Togoo (270 km. circa), con pernottamento in struttura turistica locale. Pranzi in "guanz" lungo il percorso, presso le tipiche trattorie mongole. Arrivo a Murun. Cena e pernottamento in struttura turistica locale. BLD

5°-6° giorno: Murun-Parco nazionale del lago Khovsgol-Toilogt (130 km. circa) – Visita al sito archeologico di Uushigiin Uver, sito archeologico di importanza mondiale, con tombe risalenti all'età del bronzo, caratterizzate da grandi tumuli (russo Kurgan, mongolo Keregsur) e da tombe contrassegnate da stele istoriate note come "pietre cervo" (mongolo Bugan Chuluu). Prosecuzione verso il lago Khovsgol. Con una superficie superiore agli 8000 Kmq il parco comprende oltre al lago, le catene montuose Zuun Sayan e Khoridol Saridag. Da un punto di vista naturalistico, quest’area è una delle più belle e interessanti della Mongolia. Nel parco convivono diversi gruppi etnici: Khalkha, Buriati e Darkhat, mentre nella taiga risiedono gli Tsaatan, l'etnia nota come Uomini-Renna. Possibilità di fare una escursione sui tipici cavalli mongoli. Se disponibili in loco, visita ad una famiglia Tsaatan (etnia nota come "uomini renna") e ad una Sciamana (Udgan, la più alta e antica espressione dello sciamanesimo uralo-altaico). Pranzi, Cene e pernottamenti in campo turistico. BLD    

7° giorno: Lago Khovsgol–Ider gol (235 km. circa) - Partenza verso sud, lungo piste poco frequentate che attraversano valli di incredibile bellezza (tappa lunga e faticosa, dato lo stato delle piste montane). Pranzo in "guanz" lungo il percorso, presso una delle tipiche trattorie mongole. Pernottamento in struttura turistica locale presso Jargalant. BLD

8° giorno: Ider gol–Parco nazionale del Khorgo-Terkhiin Tsagaan nuur (130 km. circa) – Il parco nazionale del lago Terkhiin Tsagaan Nuur, nella provincia dell’Arkhangai, è una regione ricca di vulcani spenti, il principale dei quali è il Khorgo. Arrivo al lago e visita ad una famiglia nomade. Pranzo, Cena e Pernottamento in campo turistico. BLD

9° giorno: Terkhiin Tsagaan nuur–Tsetserleg (185 km. circa) - Dopo colazione, partenza e visita alla voragine di Shar Nokhoi Tam "Inferno del Cane giallo", dove un tempo venivano calati lupi e cani mongoli, che appositamente affamati si sbranavano l'un l'altro, in modo che sopravvivevano i più forti e feroci, da utilizzare contro i nemici in battaglia. Escursione sulla cima del vulcano Korgo. Prosecuzione per Tsetserleg, il “giardino fiorito”, capoluogo dell’aimag (provincia) dell’Arkhangai. Lungo il percorso si incontra la gola del Chuluut gol e la grande roccia sacra di Taikhar. Pranzo in "guanz" lungo il percorso, presso una delle tipiche trattorie mongole. Arrivo a Tsetserleg e visita all'interessante monastero di Zayan Gegeeni, uno dei pochissimi monasteri sfuggiti alle devastazioni del periodo comunista. Cena e pernottamento in Hotel locale. BLD

10° giorno: Tsetserleg–Kharkhorin/ Karakorum (140 km. circa) – Dopo colazione, partenza verso l’antica capitale imperiale di Gengis Khan. Arrivo al moderno villaggio di Kharkhorin.  Visita al grande monastero lamaista di Erdene-Zuu "cento gioielli", costruito alla fine del XVI° secolo sui ruderi di Karakorum (anello nero), rasa al suolo dagli invasori Manciù. l grande monastero è circondato da 108 stupa buddisti e sta lentamente riprendendo la sua funzione religiosa. Visita ad una delle quattro grandi tartarughe in pietra che delimitavano il perimetro della città. Visita al nuovo museo degli scavi, dove sono esposti i reperti archeologici portati alla luce dalla missione tedesca (la visita può essre anche posposta al mattino seguente). Pranzo, Cena e pernottamento in campo turistico. BLD  

11° giorno:Kharkhorin/ Karakorum-Khustai nuruu (225 km. circa) – Partenza verso il Parco nazionale del Khustai nuruu, riserva protetta dell’unico cavallo originario ancora esistente al mondo: il Takhi della Mongolia, noto in occidente come cavallo di Przewalski. Takhi in mongolo significa “spirito” e la straordinaria antichità di questa razza originaria è testimoniata dagli affreschi paleolitici delle grotte di Lascaux, in Francia. Arrivo al Parco ed escursione guidata, per osservare i cavalli selvaggi all'ora dell'abbeverata. Pranzo in "guanz" lungo il percorso, presso una delle tipiche trattorie mongole. Cena e pernottamento in campo turistico. BLD

12° giorno: Khustai nuruu-Ulaanbaatar (110 km. circa). Dopo colazione, partenza per Ulaanbaatar. Arrivo e sistemazione in hotel 3*** del centro città. Visita al Monastero-museo del Choijin Lama, in cui si possono ammirare le antiche maschere della danza Tsam e le raffigurazioni delle pene sofferte negli Inferni di ghiaccio e di fuoco (in alternativa tempo libero per gli acquisti). Nel tardo pomeriggio, spettacolo folkloristico Tumen Enkh (ore 18-19), con musiche, danze e canti melodici, canto di gola Hoomii, contorsionismo e danza Tsam, simbolizzante le diverse divinità del buddismo lamaista. Serata libera. BL

13° giorno: Ulaanbaatar - Visita al suggestivo Museo Storico, in cui sono esposte le testimonianze archeologiche ed etnologiche delle civiltà Altaico-Siberiane ed i primi imperi delle steppe (Xiongnù-Hunnu, Turchi, Mongoli). Bellissima la sala dei costumi tradizionali delle diverse etnie della Mongolia. Tempo libero per gli acquisti (tempo permettendo, visita allo spaccio della Gobi Cashmere Factory, produttrice del più rinomato e costoso cashmere al mondo).  Alla sera cena dell'arrivederci in un tipico ristorante cittadino. BLD  

14° giorno: Accompagnamento all’aereoporto / stazione dei treni e partenza per l’Italia.

 

________________________________________________________________

 

NOTE

 

Il prezzo include:

1)   trasporti interni con fuoristrada, autista, benzina e guida turistica in lingua italiana o inglese;

2)   trattamento completo di vitto e alloggio, con pernottamenti in hotel nelle città e in comode ger turistiche o in tenda autonoma nel deserto e nella steppa;

3)   addetto ai pasti nei soli campi autonomi (tenda) OPZIONE USUALMENTE NON IN VIGORE.

4)   pasti e cene in hotel, ristoranti, campi turistici, guanz (trattorie mongole) o gestiti dall’organizzazione secondo programma quotidiano;       

5)   ingresso ai  musei, monasteri e parchi nazionali previsti nel programma;

6)   trasferimenti da e per l'aeroporto;

7)   Supplemento a persona: 150 euro per la sistemazione in camera singola negli hotel; 300 euro in coppia o da soli nelle ger (solo per gruppi). Tale opzione è subordinata alla disponibilità o meno di posto nei campi turistici, per cui non può essere garantita ovunque.

8)   Supplemento per alimentazione vegetariana (verdure disponibili localmente, riso, uova e cibi liofilizzati acquistabili nella capitale): 150 euro.

 

         Il prezzo non include: 

         trasporti internazionali aerei o ferroviari per/da UB, assicurazione viaggio/bagaglio, visto e tasse aeroportuali, bibite e bevande alcoliche e non alcoliche, noleggio cavalli e cammelli, mance e spese personali; tutto quanto non indicato alla voce "Il prezzo include".

 

N.B.: la scelta di ristoranti e hotel nella capitale, nonché degli hotel locali e dei campi turistici spetta unicamente all'organizzazione. Per gli hotel ad Ulaanbaatar sono ovviamente disponibili scelte diverse, con prezzi diversi. Nella capitale la ns scelta dell'hotel si basa sulla sua posizione centrale, per offrire più libertà di movimento in autonomia ed una maggiore sicurezza nelle ore serali e notturne.

Hotel centrale economico: MIAMI HOTEL, SPRING HOTEL, DIPLOMAT HOTEL

A richiesta con supplemento:

Hotel centrale 4-5 *: BAYANGOL HOTEL, ULAABAATAR HOTEL, CORPORTE HOTEL 

 

* A titolo di prenotazione e conferma del viaggio è necessario effettuare un anticipo del 30 % almeno tre mesi prima della partenza (bonifico bancario); saldo 60 giorni prima della partenza.

 

NB: In caso di rinuncia al tour entro il 15° giorno precedente la partenza dall’Italia, le somme versate a Mongoliadventure saranno interamente rimborsate. Oltre tale termine e fino al giorno della partenza compreso, a parziale rimborso del personale già prenotato e degli altri impegni, verrà trattenuta la somma corrispondente al 20 % dell’intero costo del tour. Nulla sarà dovuto in caso di cancellazione parziale o totale del tour dal giorno precedente all'arrivo ad Ulaanbaatar in poi.

 

* E’ responsabilità del viaggiatore premunirsi prima della partenza di adeguate polizze di assicurazione viaggio e di assicurazione sanitaria e infortuni, che prevedano la copertura delle spese in caso di eventuale rientro di emergenza, con e senza accompagnatoria medico-infermieristica.

 

* L’organizzazione si riserva il diritto di apportare al sopraindicato programma tutte le modifiche necessarie a garantire la sicurezza e la buona riuscita del viaggio, tenuto conto delle condizioni variabili delle piste, dei guadi sui fiumi, dello stato dei ponti e delle condizioni sanitarie ed atmosferiche.